Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘mistero’

Sono un blogger, uno di quelli con le palle. Lavoro nel web da 4 anni e sto ottenendo risultati invidiabili.Ho aperto questo blog per effettuare delle prove, esportazioni di blog, importazioni, balle varie. E’ fantastico gestire blog, in breve si entra nel giro e si cominciano ad avere contatti fantastici. Questo blog non durera’, finiti i miei esperimenti in rete lo cancellero’, e non ne restera’ piu’ traccia. Prima di chiuderlo pero’ transiteranno immagini, riportero’ notizie da URLO e segno della Croce. Nessuno o forse pochi fortunati leggeranno queste notizie, ma mi piace il brivido, lo faro’. Rivelero’ cose importanti. Cosi’ potro’ testare comportamenti, anche quello dei motori di ricerca. Capiranno chi sono?                                     Milo

Read Full Post »

No, non lo siete di sicuro, ma lui è di nuovo qui’, novello Don Chisciotte della Mancia, pronto a inveire contro
l’ antisistema, da un pulpito di eccezione, essendo di
Italia Uno
pupillo prediletto, in fase inoltrata di lancio, immagino grazie ad un notevole investimento economico, ad un evidente dispendio di energie.
Attirare i giovani, coinvolgerli, farli sentire uniti nella battaglia finale contro i mulini a vento,in un tourbillon di parole a cui fa seguito il nulla assoluto.
Adam Kadmon,l’alieno in braghe di tela che tante preoccupazioni dà alle mamme di ogni dove, che vedono i loro figli immedesimarsi in questo ruolo da Sancho Panza sul fido mulo,con le mosche che ronzano intorno al cervello.
Adam Kadmon, il personaggio dei misteri, lanciato dalla trasmissione Mistero, che rivela cose che dovrebbero essere un mistero, andra’ in onda su una tele pirata? No.
In internet, cambiando la location di trasmissione ogni settimana? No.
Apparira’ con lo sfondo di un telo verde militare , la lancia appoggiata ad una roccia ed il ronzino che bruca li’ vicino? No.
Il misterioso, Adam lo si vedra’ la domenica sera ,su Italia Uno, una rete Mediaset, e verra’ a parlarci di segreti,inganni e antisistema, direttamente da dentro il sistema.
Quando il culto prevale sulla cultura, inizia il fanatismo.

Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Read Full Post »

Aspettavo con trepidazione di vedere cosa avrebbe escogitato il Ruggeri per rendere “appetibile” la seconda serie della trasmissione Mistero, dopo che questa estate aveva aperto la stagione degli incontri ravvicinati del terzo tipo con la sconvolgente storia di una donna rapita ed ingravidata piu’ volte dai “grigi”. Anche questa partira’ sulla falsariga della prima serie, infatti l’ esordio è tutto dedicato al signor Maurizio Cavallo, l’ uomo rapito dagli alieni. Per chiari motivi naturali è necessario che l’ uomo porti argomenti diversi da quelli di Giovanna Podda. Ed infatti la storia ha risvolti alquanto differenti. In primo luogo questo uomo ha filmato, fotografato, registrato. In barba ai sofisticati dispositivi che sarebbero a disposizione degli alieni egli ha realizzato delle foto di primi piani di esseri extraterrestri diversi da quei grigi raccontati di solito. Addirittura dice che loro gli avevano dato il permesso. Sembrano piuttosto quelle foto in primo piano con i contorni un po’ sfocati che si usavano per gli album di nozze qualche decennio fa’. I visi androgeni, abbastanza pallidi. Gli “alieni” assomigliano a noi, carini, una sembrava uguale uguale a mia cognata. In breve, il racconto del Maurizio : “ tutto ha inizio la notte fra il 12 ed il 13 settembre del 1981,era una bella serata, con gli amici si era andati a mangiarsi una pizza. Dopo si era deciso di andare a fare un giro sulle colline del Monferrato. Ad un certo punto nel cielo, quasi sospesa, notammo una palla infuocata, questa piano piano si abbassava e si avvicinava.” Ruggeri a questo punto ci terrebbe a fare notare che in base a queste parole ci sono anche dei testimoni,Maurizio glissa un po’….”Dopo trenta anni alcuni non ci sono piu’, altri li ho persi di vista….” “Ma…hanno confermato!” incalza Ruggeri…”Si’, si’”La risposta di Cavallo. Da quel giorno Maurizio sostiene di essere stato rapito altre 7 volte. Cosi’ descrive la prima: ”Improvvisamente,a notte fonda,arrivo’ qualcosa di invisibile che mi intrappolo’ e mi sollevo’, mi sentivo aspirare verso qualcosa, mi ritrovai dentro un ordigno, urlai, spaventato poi perdetti la nozione del tempo. La mattina dopo ,verso le otto , mi ritrovai in un campo della zona. Sconvolto e dolorante.”
Stacco su Pablo Ayo,”esperto ufologo” che guarda caso non si fa’ coinvolgere nel caso specifico, come fece per Giovanna Podda. Parla invece in generale di come in Italia ci sia una situazione culturale per cui si è restii a dire che si è stati oggetto di un rapimento alieno.Pablo consiglia ai telespettatori di fare uno di quei test che si trovano on line  per esempio qui\’
dove, rilevando alcuni dei seguenti segni inequivocabili :corpuscoli duri sotto la pelle, (potrebbero essere degli impianti alieni) fischio nelle orecchie , (se non vi stanno parlando male alle spalle potrebbe essere una interferenza radio-aliena), sensazioni di essere seguiti,impressione di essere diversi dalla media delle persone (quelle normali), potrebbero essere tutti segni di essere oggetto dell’ attenzione aliena. Torniamo all’ intervista, ci troviamo ora nella casa di Maurizio Cavallo,che da quello che lasciano intendere abiterebbe a Vercelli, mentre ai tempi delle abtuctions viveva a Trino Vercellese. La stanza è piena di libri , piu’ o meno tutti vertono su ufologia, Nostradamus ecc..Poi dipinti, si intende far pensare che li abbia fatti il rapito. Paesaggi con ufo, primi piani di personaggi che potrebbero benissimo essere abitanti di Bergamo ed invece Maurizio ce li  racconta  alieni. Addirittura una bellissima foto in primo piano , accidenti, anche questa volta non si puo’ vedere se l’alieno è nudo (come al solito, diciamolo ) o vestito. E’ il momento in cui la trasmissione puo’ prendere il volo oppure ammosciarsi quindi il buon Ruggeri inizia a preparare il palco per la messa in opera della prossima scena. Ci descrive  quindi il personaggio protagonista rimarcando la solitudine a cui l’ha costretto questa situazione (solitudine / uguale /nessuno a cui chiedere conferma delle cose che dice).” Quando ha avuto la prima abducion lavorava in una ditta metalmeccanica.” (embe’?) “ Sta’ cercando di capire cosa gli sta’ accadendo”. “Io non lo abbandono”. Ora Maurizio è pronto a dare il massimo per l’ audience. Ruggeri sciorina le domande che tutti, proprio tutti gli appassionati di ufologia vorrebbero porre ad un addotto:”Ho notato questi tratti somatici androgeni, ma questi alieni hanno un sesso specifico o..?” “Certo ,certo, anche loro sono divisi in maschi e femmine” “Ah, meno male! Ma è vero che non hanno sentimenti?” “Non proprio, li manifestano meno, non hanno bisogno di manifestarli come noi…” “Ma conoscono l’ amore? “ “Certo Enrico…” frase ad effetto….”….siamo noi che non lo conosciamo” .Essi hanno raggiunto un totale senso di consapevolezza, quello a cui anche noi siamo destinati. “Ti hanno mai detto chi sono, da dove vengono?” Certo,Mi hanno detto di essere creatori venuti dalle stelle,e che noi umani siamo un progetto genetico. Loro si presenteranno a noi quando la nostra consapevolezza sara’ giunta al giusto livello. Mi hanno detto di venire dal pianeta Clarion, che dista 150000 anni luce da noi, impiegano 72 o 73 giorni terrestri ad arrivare da noi” .“Ma nascono e muoiono come noi?” Qui’ la risposta non arriva, con un giro di parole si passa alla prossima “ Come è organizzata la loro societa’?” “Nella loro societa’ tutti hanno il necessario ,nessuno il superfluo,non c’e’ una gerarchia come noi la intendiamo. Ognuno è consapevole del posto che occupa e dei compiti che deve svolgere”        “ Mangiano? Dormono?” “Si’, mangiano, no, non dormono, non hanno piu’ bisogno di riposare”. Ora il Cavallo racconta di un fatto eclatante capitato , con presenti dei testimoni. In pratica un registratore si è avviato da solo nel locale, quando Maurizio ha riavvolto il nastro si è reso conto che questo conteneva un messaggio da parte di un certo Suell, extraterrestre Claroniano che ha voluto lanciare un monito alla terra. Ascoltiamo ora la voce, che emette dei suoni confusi cosi’ interpretati: “Salute Umano, Suell parla.Salute alla Terra,noi siamo i figli di Clarion e siamo nel mondo.” Ascoltate la voce delle stelle, il palpitare della vita nell’ Universo. Scorgete l ‘impronta dei nostri passi nella polvere del vostro pianeta.Akuni Akamse’, Umani.” Tutto qua’, cosa vi aspettavate? Che un popolo che sostiene di averci addirittura creato, che ci tiene d’ occhio, che ci rapisce per studiarci, che si lascia fotografare, lasciasse un messaggio registrato dicendo parole che servissero a qualcosa? Finale in bellezza dell’ “esperto” Ruggeri, “Ora Maurizio vuole “sparire”, che i riflettori su di lui si spengano, gli è costato un grosso sacrificio parlare di queste cose di fronte alle telecamere ed a milioni di persone, non chiede altro che di uscire dalla scena”. Traduzione: ci sta’ dicendo di non spaccarci la testa a cercarlo per avere piu’ informazioni o per capire se è una bufala, non lo troveremo, lo faranno sparire. 😎                                 mimmuccio
Se stai usando internet explorer probabilmente non vedi il video ,allora clicca
qui\’

Read Full Post »


Il Collider di Ginevra,dopo piu’ di un anno dall’ incidente che ne ha causato lo spegnimento, comincia ad essere avvolto da un alone di mistero. Ma quando riparte? Quali sono le reali cause del protratto fermo degli esperimenti? Dobbiamo preoccuparci? Sembra di si’.Vediamo perche’:

l’anno scorso, il 10 settembre, ,in Svizzera ,è stata avviata la piu’ grande macchina mai costruita dall’ uomo. Il Large Hadron Collider, cosi’ si chiama, in italiano significa grande collisore di adroni. Si estende in una circonferenza di 27 Km. ed è situata mediamente 100 metri sotto il suolo.
E’ costata l’ ira di Dio. In tutti i sensi. Quando l’ uomo comune sente parlare di questo genere di sforzi da parte dell’ intellighenzia umana la domanda sorge spontanea : a cosa serve? Puo’ aiutarci a trovare un energia alternativa al petrolio? No. Puo’ servire per trovare un antidoto a malattie molto gravi come il cancro? No. Perlomeno è certo al 100 % che l’ uso di questa macchina non provochera’ danni? No. Ma allora a cosa serve questo esperimento? A scovare il bosone di Higgs. La teoria scientifica di Peter Higgs che è stata accreditata dalla scienza ufficiale, recita in parole povere che gli atomi sono reali, e che tutte le cose esistono perche’ all’ interno di essi ci sarebbe una particella detta appunto bosone di Higgs. Questa darebbe “da mangiare” a tutte le particelle sub-atomiche e sub-nucleari. Insomma sarebbe il promotore di tutti gli atomi. Scovarla ci riporterebbe indietro sino ad un attimo infinitesimale dopo il big bang, quando la creazione ebbe il suo inizio. Ma c’e’ un problema: la Natura non vuole. Infatti la macchina si è rotta subito dopo essere stata avviata. Ufficialmente per colpa di un pezzo di pane, lasciato cadere magari da qualche volatile che passava di li’. La mollica avrebbe intasato una valvola di scarico dell’ ELIO, un gas che serve a raffreddare i cavi sottoposti a forti sollecitazioni. A causa di questo sarebbe “saltata” una saldatura difettosa. No, non è la trama del prossimo avveniristico cartone della Disney, (anche se a pensarci bene…) è la versione ufficiale. Ma perche’ la Natura si opporrebbe a questa scoperta? Holger Bech Nielsen del prestigioso Istituto Niels Bohr di Copenhagen e Masao Ninomiya dell’ Istituto Yukawa di fisica teorica di Kyoto sono i fautori di questa teoria ed hanno rilasciato queste dichiarazioni riprese dal New York Times:
Fra gli obiettivi di Lhc c’ è quello di generare il bosone di Higgs. La cosiddetta “particella di Dio” non è mai stata osservata nella realtà ma i fisici teorici hanno ipotizzato la sua esistenza per spiegare come mai la materia ha una massa. Facendo scontrare protoni ad altissime energie, gli scienziati di Ginevra sperano di rintracciare l’ Higgs fra i frammenti delle collisioni. Ma è proprio qui – sostengono Nielsen e Ninomiya – che la natura si ribellerebbe, invertendo le lancette del tempo, capovolgendo la freccia che lega causa ed effetto e annullando ogni azione di Lhc. Secondoi due fisici infatti il bosone, per quanto previsto dalla teoria, è profondamente incompatibile con la realtà. Se un uomo tentasse di produrlo, la natura interverrebbe immediatamente cancellando ogni effetto della sua azione. È un po’ come se il protagonista di una fiction cercasse di annullare la propria esistenza tornando indietro nel tempo e uccidendo suo nonno. Dopo il guasto all’ impianto,la rimessa a punto dell’ esperimento si è da subito rivelata difficile e tortuosa,con la data di ripresa dell’ attivita’ che andava via via slittando sino all’ ultimo periodo previsto per l’ accensione a fine novembre del 2009, mentre altre nuvole si defilano all’ orizzonte di questo mega- progetto , sotto forma di teorie catastrofiche avanzate da scienziati di fama mondiale come Otto Ressler e molti altri, che hanno intuito una forte pericolosita’ in un esperimento di questo tipo ed hanno presentato un ricorso al Tribunale di Strasburgo. Malgrado le rassicurazioni elargite a man bassa dai responsabili che si sono succeduti alla guida del Cern di Ginevra, nessuno puo’ dire con esattezza cosa succedera’ dopo questo esperimento, in quel caso non servirebbe sperimentare. Secondo molti fisici di fama mondiale,come Massimo Corbucci,candidato al Nobel dal 2000 (ma se va’ avanti a dire queste cose lo rimandano ancora ) la scoperta di una nuova particella potrebbe forse provocare un buco nero in cui la terra e successivamente tutto il sistema solare potrebbero essere inghiottiti nel giro di qualche anno. Altri scienziati hanno paventato, con lo scontro di atomi nel collider, la creazione di monopoli magnetici di cui non si conoscono gli effetti collaterali. Dalla costruzione della Torre di Babele al Titanic, quando l’ uomo sta’ per superare se stesso, la Natura fa’ un balzo avanti.     mimmuccio

Fonti:Il Giornale dei Misteri ottobre 2009,  La Repubblica 14 ottobre 2009,  Swiss info ch 12 settembre 2009
Brevissimo video con la simulazione dell’ effetto “buco nero”

Read Full Post »

Fra’ le ipotesi sconcertanti proposte da Giovanna Podda,la donna sarda che dichiara di essere stata molte volte rapita dagli alieni, ve ne’ una da non sottovalutare,ed e’ quella della luna ..abitata. Noi tutti sappiamo che il nostro satellite non lo è ed apparentemente non lo è mai stato ma esistono delle scuole di pensiero che hanno orientato in maniera diversa le loro opinioni. Per esempio dal sito CENTRO UFOLOGICO TARANTO ho scaricato l’ immagine lunare che segue,dove si vede molto bene quello che non sembra una roccia elaborata casualmente in forma geometrica, ma una costruzione manufatta a forma di parallelepipedo. Questa foto fa’ parte dell’ archivio della Nasa ed è catalogata con il codice AS15-82-11131 ,è altresi’ visibile a questo link http://history.nasa.gov/alsj/a15/AS15-82-11131.jpg

Cosa ne dite? Potrebbe essere una roccia smussata ad arte dal vento e dalle intemperie? Ma che vento, che intemperie sulla luna? Sul suddetto sito troverete altre immagini interessanti. Passiamo oltre, molti conoscono la teoria del falso primo sbarco sulla luna. In effetti,la bandiera americana che svolazza senza vento, le lampade da set cinematografico che si riflettono sul casco dell’ astronauta,le ombre che non corrispondono ad una posizione naturale,la foto al primo uomo che mette piede sulla luna,osservatela,vi suggerisco una domanda,ma chi l’ha scattata se quello che sta’ scendendo è il primo uomo che  mette piede sulla luna?

Nel nostro piccolo, anche in Italia ci rendemmo conto che c’era qualcosa che non andava, quando il nostro giornalista Tito Stagno affermo’ festante “Ha toccato! Ha toccato!” ed il corrispondente Ruggero Orlando da Houston rispose “No,guarda che qui’ mancano ancora dieci metri” guardate il  video qui\’ al minuto due e cinquanta.

Queste e molte altre incongruenze visibili qui\’ fanno pensare che l’America,abbia barato , forse a causa della necessita’ di arrivare prima della Russia in qualcosa. Ho scoperto da poco un altra interessante teoria che riguarda una fantomatica comunicazione fra l’Apollo 11 e la base terrestre,quando all’ atto dell’ atterraggio gli astronauti esterefatti chiesero alla base dove dovevano parcheggiare visto che la zona prevista era gia’ occupata da ben sei astronavi! A quanto pare la comunicazione venne in seguito cancellata e segretata ma “casualmente “intercetta dai russi e prontamente divulgata fra lo stupore generale. Quindi come potrebbero essere andati effettivamente i fatti? Una ipotesi potrebbe suggerire che l’Apollo 11 arrivo’ sula luna, ma gli astronauti avrebbero visto qualcosa di spaventoso,e la missione sarebbe fallita con il rientro sulla terra. In questo caso quadrerebbero anche i video falsificati e le foto ricostruite ad hoc, per nascondere una verita’ a cui l’ Umanità’ non è ancora pronta. Un altra possibilita’ abbastanza sconcertante è una ipotesi di Giuliana Conforto, che cito dal link qui\’ testualmente nel testo in grassetto: “E se la luna, visibile in cielo, fosse non un corpo reale, ma un ologramma, un’immagine del vero satellite, forse molto più piccolo, il luogo extra-terrestre dove si sono recati gli astronauti delle Missioni Apollo? …..A favore dell’autenticità delle Missioni Apollo, i 380 chili di rocce lunari, riportate dagli astronauti. Materia quindi, materia tangibile ed esaminata da tutti i laboratori del mondo, materia che ha posto più problemi che soluzioni.

La luna non ha campo magnetico e le rocce “lunari” sono magnetizzate! Dove le hanno prese? Non sulla luna visibile e nemmeno sulla terra; le rocce “lunari”, infatti, contengono elementi radioattivi che a terra non esistono più perché sono decaduti. Il suolo dove hanno raccolto le pietre “lunari” deve essere extra-terrestre, tale da “congelare” il tempo, bloccare il decadimento radioattivo con cui si misura il tempo. Basta penetrare le “pieghe” della “mela” per comprendere che non è un’assurdità.” A quaranta anni dalla presunta missione dell’ Apollo 11,in rete è apparso un video che se fosse autentico,porterebbe alla luce comportamenti equivoci da parte dell’equipaggio. Il giornalista Bart Sibrel, intervista Buzz Aldrin, il secondo uomo a dire che ha messo piede sulla luna, mentre scorrono delle immagini che dimostrerebbero che tutto fu’ costruito ad arte. Potete vedere il video clamoroso quì Ora,il mistero sulla luna, se abitata o no, presto verra’ svelato, sicuramente c’e’ l’ interesse economico per farlo, si chiama ELIO- 3, necessario al funzionamento dei reattori a fusione nucleare che tutti gli stati stanno sperimentando per ricavarne energia. I Cinesi hanno stimato che ci siano sulla luna 50 milioni di tonnellate del prezioso combustibile,e con “solo” 10 tonnellate si possano soddisfare i bisogni energetici della Cina per 50 anni…Quindi gli investimenti per i programmi spaziali fanno parte del bilancio di molte potenze mondiali,nel breve periodo, sul nostro satellite ci sara’ molto traffico, eventuali abitanti sono avvisati. Alla conquista? Sul serio pero !

Read Full Post »