Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Italia uno’

No, non lo siete di sicuro, ma lui è di nuovo qui’, novello Don Chisciotte della Mancia, pronto a inveire contro
l’ antisistema, da un pulpito di eccezione, essendo di
Italia Uno
pupillo prediletto, in fase inoltrata di lancio, immagino grazie ad un notevole investimento economico, ad un evidente dispendio di energie.
Attirare i giovani, coinvolgerli, farli sentire uniti nella battaglia finale contro i mulini a vento,in un tourbillon di parole a cui fa seguito il nulla assoluto.
Adam Kadmon,l’alieno in braghe di tela che tante preoccupazioni dà alle mamme di ogni dove, che vedono i loro figli immedesimarsi in questo ruolo da Sancho Panza sul fido mulo,con le mosche che ronzano intorno al cervello.
Adam Kadmon, il personaggio dei misteri, lanciato dalla trasmissione Mistero, che rivela cose che dovrebbero essere un mistero, andra’ in onda su una tele pirata? No.
In internet, cambiando la location di trasmissione ogni settimana? No.
Apparira’ con lo sfondo di un telo verde militare , la lancia appoggiata ad una roccia ed il ronzino che bruca li’ vicino? No.
Il misterioso, Adam lo si vedra’ la domenica sera ,su Italia Uno, una rete Mediaset, e verra’ a parlarci di segreti,inganni e antisistema, direttamente da dentro il sistema.
Quando il culto prevale sulla cultura, inizia il fanatismo.

Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Annunci

Read Full Post »


La giornalista Leslie Kean ha superato una barriera che blocca molti professionisti della notizia. Parlare di UFO sino a qualche tempo fa’, e per una certa categoria di giornalisti, era quasi un tabu’.Troppi rischi di essere derisi, presi poco sul serio, dare una immagine negativa. Anche i direttori dei giornali piu’ seriosi, immagino, solo sino a qualche tempo fa’ avrebbero scorticato vivo qualsiasi loro sottoposto avesse proposto una storia riguardante avvistamenti alieni ed altre amenita’. E ‘ cambiato tutto. Ora quei giornali e telegiornali che osavano mostrare immagini e testimonianze UFO, iniziano a ricavare da questo loro pericoloso investimento lo sperato compenso. E’ il caso di Studio Aperto in Italia, trasmesso da Italia 1. Un notiziario completamente di parte, con piglio sensazionalistico, ma con l’ incosciente coraggio di affrontare argomenti al di fuori del comune, (forse per potere chiudere meglio un occhio su argomenti di interesse comune) .La trasmissione il 15 settembre ha riportato una notizia riguardante interessanti sviluppi su avvistamenti UFO ( vedi il video sul fondo ) pubblicata dall’ Huffington Post , che è il piu’ importante giornale on line americano. Viene appunto descritto il lavoro della giornalista Leslie, che ad agosto ha pubblicato un libro  annunciato  gia’ come un bestseller : UFO, Generali, Piloti e Ufficiali Governativi (titolo originale UFOs: Generals, Pilots and Government Officials Go On the Record ). Che ha di nuovo questo libro? L’autorevolezza delle testimonianze : un ex governatore dell’ Arizona, una dozzina di militari dell’ aviazione, ufficiali dei governi di tutto il mondo, cinque generali militari di vari paesi, uno scienziato in pensione del settore alta ricerca della Nasa. E poi le
immagini (clicca qui\’), ci sono foto scattate direttamente dagli aerei e schizzi effettuati dai piloti in volo (bhe’…dal secondo pilota…spero) . Il libro non viene pubblicato dall’Huffington Post , come erroneamente detto nel video allegato, ma è in vendita, al momento, solo in lingua originale vedi qui\’ 
[kml_flashembed movie="http://www.youtube.com/v/3SJDNv9zILs" width="425" height="350" wmode="transparent" /]     Non vedi il video?? Clicca qui\

Read Full Post »

Aspettavo con trepidazione di vedere cosa avrebbe escogitato il Ruggeri per rendere “appetibile” la seconda serie della trasmissione Mistero, dopo che questa estate aveva aperto la stagione degli incontri ravvicinati del terzo tipo con la sconvolgente storia di una donna rapita ed ingravidata piu’ volte dai “grigi”. Anche questa partira’ sulla falsariga della prima serie, infatti l’ esordio è tutto dedicato al signor Maurizio Cavallo, l’ uomo rapito dagli alieni. Per chiari motivi naturali è necessario che l’ uomo porti argomenti diversi da quelli di Giovanna Podda. Ed infatti la storia ha risvolti alquanto differenti. In primo luogo questo uomo ha filmato, fotografato, registrato. In barba ai sofisticati dispositivi che sarebbero a disposizione degli alieni egli ha realizzato delle foto di primi piani di esseri extraterrestri diversi da quei grigi raccontati di solito. Addirittura dice che loro gli avevano dato il permesso. Sembrano piuttosto quelle foto in primo piano con i contorni un po’ sfocati che si usavano per gli album di nozze qualche decennio fa’. I visi androgeni, abbastanza pallidi. Gli “alieni” assomigliano a noi, carini, una sembrava uguale uguale a mia cognata. In breve, il racconto del Maurizio : “ tutto ha inizio la notte fra il 12 ed il 13 settembre del 1981,era una bella serata, con gli amici si era andati a mangiarsi una pizza. Dopo si era deciso di andare a fare un giro sulle colline del Monferrato. Ad un certo punto nel cielo, quasi sospesa, notammo una palla infuocata, questa piano piano si abbassava e si avvicinava.” Ruggeri a questo punto ci terrebbe a fare notare che in base a queste parole ci sono anche dei testimoni,Maurizio glissa un po’….”Dopo trenta anni alcuni non ci sono piu’, altri li ho persi di vista….” “Ma…hanno confermato!” incalza Ruggeri…”Si’, si’”La risposta di Cavallo. Da quel giorno Maurizio sostiene di essere stato rapito altre 7 volte. Cosi’ descrive la prima: ”Improvvisamente,a notte fonda,arrivo’ qualcosa di invisibile che mi intrappolo’ e mi sollevo’, mi sentivo aspirare verso qualcosa, mi ritrovai dentro un ordigno, urlai, spaventato poi perdetti la nozione del tempo. La mattina dopo ,verso le otto , mi ritrovai in un campo della zona. Sconvolto e dolorante.”
Stacco su Pablo Ayo,”esperto ufologo” che guarda caso non si fa’ coinvolgere nel caso specifico, come fece per Giovanna Podda. Parla invece in generale di come in Italia ci sia una situazione culturale per cui si è restii a dire che si è stati oggetto di un rapimento alieno.Pablo consiglia ai telespettatori di fare uno di quei test che si trovano on line  per esempio qui\’
dove, rilevando alcuni dei seguenti segni inequivocabili :corpuscoli duri sotto la pelle, (potrebbero essere degli impianti alieni) fischio nelle orecchie , (se non vi stanno parlando male alle spalle potrebbe essere una interferenza radio-aliena), sensazioni di essere seguiti,impressione di essere diversi dalla media delle persone (quelle normali), potrebbero essere tutti segni di essere oggetto dell’ attenzione aliena. Torniamo all’ intervista, ci troviamo ora nella casa di Maurizio Cavallo,che da quello che lasciano intendere abiterebbe a Vercelli, mentre ai tempi delle abtuctions viveva a Trino Vercellese. La stanza è piena di libri , piu’ o meno tutti vertono su ufologia, Nostradamus ecc..Poi dipinti, si intende far pensare che li abbia fatti il rapito. Paesaggi con ufo, primi piani di personaggi che potrebbero benissimo essere abitanti di Bergamo ed invece Maurizio ce li  racconta  alieni. Addirittura una bellissima foto in primo piano , accidenti, anche questa volta non si puo’ vedere se l’alieno è nudo (come al solito, diciamolo ) o vestito. E’ il momento in cui la trasmissione puo’ prendere il volo oppure ammosciarsi quindi il buon Ruggeri inizia a preparare il palco per la messa in opera della prossima scena. Ci descrive  quindi il personaggio protagonista rimarcando la solitudine a cui l’ha costretto questa situazione (solitudine / uguale /nessuno a cui chiedere conferma delle cose che dice).” Quando ha avuto la prima abducion lavorava in una ditta metalmeccanica.” (embe’?) “ Sta’ cercando di capire cosa gli sta’ accadendo”. “Io non lo abbandono”. Ora Maurizio è pronto a dare il massimo per l’ audience. Ruggeri sciorina le domande che tutti, proprio tutti gli appassionati di ufologia vorrebbero porre ad un addotto:”Ho notato questi tratti somatici androgeni, ma questi alieni hanno un sesso specifico o..?” “Certo ,certo, anche loro sono divisi in maschi e femmine” “Ah, meno male! Ma è vero che non hanno sentimenti?” “Non proprio, li manifestano meno, non hanno bisogno di manifestarli come noi…” “Ma conoscono l’ amore? “ “Certo Enrico…” frase ad effetto….”….siamo noi che non lo conosciamo” .Essi hanno raggiunto un totale senso di consapevolezza, quello a cui anche noi siamo destinati. “Ti hanno mai detto chi sono, da dove vengono?” Certo,Mi hanno detto di essere creatori venuti dalle stelle,e che noi umani siamo un progetto genetico. Loro si presenteranno a noi quando la nostra consapevolezza sara’ giunta al giusto livello. Mi hanno detto di venire dal pianeta Clarion, che dista 150000 anni luce da noi, impiegano 72 o 73 giorni terrestri ad arrivare da noi” .“Ma nascono e muoiono come noi?” Qui’ la risposta non arriva, con un giro di parole si passa alla prossima “ Come è organizzata la loro societa’?” “Nella loro societa’ tutti hanno il necessario ,nessuno il superfluo,non c’e’ una gerarchia come noi la intendiamo. Ognuno è consapevole del posto che occupa e dei compiti che deve svolgere”        “ Mangiano? Dormono?” “Si’, mangiano, no, non dormono, non hanno piu’ bisogno di riposare”. Ora il Cavallo racconta di un fatto eclatante capitato , con presenti dei testimoni. In pratica un registratore si è avviato da solo nel locale, quando Maurizio ha riavvolto il nastro si è reso conto che questo conteneva un messaggio da parte di un certo Suell, extraterrestre Claroniano che ha voluto lanciare un monito alla terra. Ascoltiamo ora la voce, che emette dei suoni confusi cosi’ interpretati: “Salute Umano, Suell parla.Salute alla Terra,noi siamo i figli di Clarion e siamo nel mondo.” Ascoltate la voce delle stelle, il palpitare della vita nell’ Universo. Scorgete l ‘impronta dei nostri passi nella polvere del vostro pianeta.Akuni Akamse’, Umani.” Tutto qua’, cosa vi aspettavate? Che un popolo che sostiene di averci addirittura creato, che ci tiene d’ occhio, che ci rapisce per studiarci, che si lascia fotografare, lasciasse un messaggio registrato dicendo parole che servissero a qualcosa? Finale in bellezza dell’ “esperto” Ruggeri, “Ora Maurizio vuole “sparire”, che i riflettori su di lui si spengano, gli è costato un grosso sacrificio parlare di queste cose di fronte alle telecamere ed a milioni di persone, non chiede altro che di uscire dalla scena”. Traduzione: ci sta’ dicendo di non spaccarci la testa a cercarlo per avere piu’ informazioni o per capire se è una bufala, non lo troveremo, lo faranno sparire. 😎                                 mimmuccio
Se stai usando internet explorer probabilmente non vedi il video ,allora clicca
qui\’

Read Full Post »