Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘misteri’ Category

(altro…)

Read Full Post »

No, non lo siete di sicuro, ma lui è di nuovo qui’, novello Don Chisciotte della Mancia, pronto a inveire contro
l’ antisistema, da un pulpito di eccezione, essendo di
Italia Uno
pupillo prediletto, in fase inoltrata di lancio, immagino grazie ad un notevole investimento economico, ad un evidente dispendio di energie.
Attirare i giovani, coinvolgerli, farli sentire uniti nella battaglia finale contro i mulini a vento,in un tourbillon di parole a cui fa seguito il nulla assoluto.
Adam Kadmon,l’alieno in braghe di tela che tante preoccupazioni dà alle mamme di ogni dove, che vedono i loro figli immedesimarsi in questo ruolo da Sancho Panza sul fido mulo,con le mosche che ronzano intorno al cervello.
Adam Kadmon, il personaggio dei misteri, lanciato dalla trasmissione Mistero, che rivela cose che dovrebbero essere un mistero, andra’ in onda su una tele pirata? No.
In internet, cambiando la location di trasmissione ogni settimana? No.
Apparira’ con lo sfondo di un telo verde militare , la lancia appoggiata ad una roccia ed il ronzino che bruca li’ vicino? No.
Il misterioso, Adam lo si vedra’ la domenica sera ,su Italia Uno, una rete Mediaset, e verra’ a parlarci di segreti,inganni e antisistema, direttamente da dentro il sistema.
Quando il culto prevale sulla cultura, inizia il fanatismo.

Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Read Full Post »

Si sarebbero chiariti dieci anni di dubbi, congetture, accuse, sospetti, a volte fondati, a volte no. Era necessario prenderlo vivo, e dare la possibilita’ di interrogarlo, svelarne i segreti che hanno guastato i rapporti nel mondo. Invece no, come da copione, braccato da 10 anni, Bin Laden è stato immediatamente ucciso, non sapremo mai con certezza se quegli aerei che impattarono le Twin Towers avessero o meno a bordo dell’ esplosivo, non sapremo mai se le fondamenta delle torri gemelle furono minate, se ci fu’ un complotto atto a tirare l’ opinione pubblica verso l’accettazione dell’ invasione in Afghanistan,e chi tiro’ i fili di tutta questa farsa.

Read Full Post »


L’ occasione fa’ l’ uomo ladro, cosi’ l’ho colta il giorno che tre ingegnosi amici sono venuti meco trovarme da lontane terre e con loro, che sapevo sperti in materia, mi recai a rimirar la mostra “Dentro l’ Ultima Cena, il tredicesimo testimone” allestita in lo Castello Sforzesco di Vigevano.
Ma se le rivelazioni in su le tecniche pittoriche de lo Sommo Maestro mi furono gradite, se il conoscere come sapesse giostrare le fonti di luce mosse in me un moto di stima e ammirazione, se ancora plaudo lo fatto di potere in memoria tenere tutto quanto io avea visto in una card scaricabile all’ uscita et inviabile allo mio indirizzo e-mail ,ancor di piu’ mi fe’ piacere la compagnia di cotanto senso dell’ osservazione che insito era nella capoccia delli amici mia.
La visita non fu’ parca di vergate al mio modesto sapere.
Cominciarono i dolori allorquando il mio sguardo si poso’ ammirato sulla bella donna che pare S.Giovanni giovane alla destra del Signore. L’ amici mia mi dissero che quella era Maria Maddalena, la moglie di Gesu’, e che per quanto la Santa Romana Chiesa cercasse di nascondere lo fatto, chiaro come il sole era che quelli abiti eleganti, apparteneano alla nobile stirpe di Beniamino, cosi’ come si era rivelato nello film “Il codice da Vinci” di Messer Dan Brown dell’Anno Domine 2006, lampante come il tuono che quelle fattezze non fossero di omo sanza barba, ma di cotanta femmina da fermare nel gargarozzo il cibo , mano sul foco che assisa alla destra del Signore, Leonardo avea dipinto la di Lui Signora, osando l’ inosabile, rischiando, forse,di vedere l’ opera sua distrutta, se solo non fosse un lavoro di cotanto splendore, da fare decidere la Chiesa per l’ optare ad una version differente, con San Giovanni a far da pretendente.
Ancora attonito da cotanta rivelazione, l’amico mio piu’ arguto appresso, mi fe’ notare un altro personaggio principale, si tratta di quel Pietro che nella versione officiale, di San Giovanni amico piu’ indefesso. Lo sguardo corrucciato, una mano puntata al collo, minaccia Maddalena mentre una mano sfodera coltello.
Mi appresso nelle successive sale, rimirando l’ arte dell’ italico genio, quando l’ amici miei ripresero a parlare: mi contarono cosi’come lo Maestro musicista Giovanni Maria Pala , rivelo’ nel libro da lui lesto pubblicato “La musica celata” che tra le mani dei discepoli ed i pani disposti sulla tavola vi è la traccia di una partitura musicale, la colonna sonora di quei tristi momenti ,un inno a Dio, della durata di 40 secondi, in un pentagramma leggibile da destra a sinistra, come era solito scriver lo Maestro Leonardo, ora rivelato anche musicista.
In un cd a lo libro allegato, potrete ascoltar codeste note, perche’ di cercare il brano su You Tube perderete tempo e fiato.
Mentre mi accingea verso l’ uscita, era giunta l’ ora, ( vi eran due cani da recuperar che avevam lassato fora) lo amico mio dalla chioma sanza problema mi fe’ notare che vi era ancor qualcosa da ricordare : durante uno restauro digitale, si scopri’ una cosa che non è da niente, un intruso che ai frati del convento avra’ sicuramente fatto male, visto che sopra la testa del Signore, celato in uno stemma innocente, nascosto vi è il disegno di un serpente.
Il famoso Cenacolo Vinciano si trova nel refettorio del convento domenicano di Santa Maria delle Grazie, Corso Magenta, Milano
Ingresso:
Piazza S. Maria delle Grazie 2
Mezzi pubblici
MM1 Conciliazione
MM1, MM2 Cadorna
Tram 20-24-29-30
La mostra “Dentro l’ Ultima Cena, il tredicesimo testimone” prosegue nel castello sforzesco di Vigevano sino al 5 giugno 2011.

Read Full Post »

In questi giorni il mondo intero è scosso dall’ immane disastro che il terremoto ha causato al Giappone. Ci sono immagini e cronache che provocano angoscia, pieta’ per le popolazioni, e ci sono notizie che lasciano allibiti i piu’, informazioni che non trovano spiegazione in questa dimensione, per le quali è necessario travalicare il confine del conosciuto. Per i credenti nella religione cattolica sara’ forse piu’ facile assimilare le notizie che state per leggere, ma anche non essendo credenti fare finta che queste informazioni non siano mai esistite sara ‘ un arduo esercizio di arrampicamento su ripidi specchi. La Madonna di Anguera in Brasile sarebbe apparsa a Pedro, il veggente che ne riporta i messaggi , 20 anni fa’, e da allora le sue profezie, purtroppo, si sono avverate. Eccone una sequenza riferita al Giappone:
28.04.2005
Cari figli, la terra è piena di malvagità e i miei poveri figli camminano come ciechi spiritualmente. Gli uomini hanno sfidato il Creatore e per questo saranno puniti severamente. Il Signore pulirà la terra e i suoi fedeli vivranno felici. L’umanità sperimenterà grandi sofferenze. Il Giappone soffrirà per un mega-sisma di dimensioni mai viste in tutta la sua storia.

02.08.2005
Il Giappone vivrà momenti di angoscia, ma il peggio dovrà ancora venire.

31.12.2005
Il Giappone berrà il calice amaro della sofferenza.

04/03/2006
Il Giappone berrà il calice amaro del dolore.

5 febbraio 2010
Accadrà in Giappone e si ripeterà nel Paraíba. Ovunque si udranno grida di disperazione.

20 marzo 2010
Un mega-sisma scuoterà il Giappone e i miei poveri figli piangeranno e si lamenteranno.

17 aprile 2010
Una grande distruzione si verificherà in Giappone. Pregate. Pregate. Pregate.

29 maggio 2010
Il Giappone soffrirà e il dolore sarà grande per i miei poveri figli.

28 ottobre 2010
La morte passerà per il Giappone e per l’India, lasciando una grande scia di distruzione.

Marzo 2011
  Se volete approfondire l’ argomento, oltre ai molti siti che lo trattano, potete scaricare gratis un libro su Scribd, il titolo è “Profezie della Madonna di Anguera  2005  2010 raccolte e tematizzate”qui\’

Fonte http://www.temponuovo.net/ar2/segni-vari.html

Read Full Post »

Era gia’ successo altre volte che rovistando in vecchie immagini e filmati, alcuni riuscissero a cogliere la presenza di personaggi in atteggiamento non conforme ai tempi in cui le scene erano state immortalate.
Quasi sempre queste persone hanno un abbigliamento, o un comportamento,un accessorio che sembra indicato per il futuro, gli anni nostri per intenderci, e vengono ripresi in occasione di grandi assembramenti di folla, durante manifestazioni o avvenimenti di un qualche interesse generale.
Analizzando le immagini chi piu’ chi meno accampa una spiegazione, formula ipotesi, distribuisce certezze in questioni che restano comunque singolari.
Questa signora, che potete vedere chiaramente nel filmato, è stata ripresa durante l’ anteprima del film “Il Circo” di Charlie Chaplin al Manns Chinese Theatre in Hollywood, nel 1929.
[kml_flashembed movie="http://www.youtube.com/v/EJ0VR0ktmRo" width="425" height="350" wmode="transparent" /]
Ne ha parlato anche il quotidiano La Repubblica qui’ http://trovacinema.repubblica.it/multimedia/curiosita/1928-donna-col-cellulare-in-un-film-di-chaplin/26723843/1/1
Non vi è dubbio che , all’ apparenza, si direbbe che stia parlando al cellulare.
Cosa che sarebbe impossibile per quei tempi, se non stessimo parlando di una viaggiatrice temporale.
Del resto è pur vero che a tutt’ oggi non è ancora chiaro che cosa sia effettivamente successo durante l’ esperimento Philadelphia. Vedi il video http://www.youtube.com/watch?v=dIGM7FUYD4A.
Seppur organi di informazione deputati e pseudo esperti di ogni risma tendano a divulgare l’ opinione che questo esperimento non sia mai avvenuto, ai giorni nostri sappiamo bene quali sorprese sono rivelate periodicamente in riguardo a comportamenti ed esperimenti degli organi militari.
La fisica quantistica , i viaggi nel tempo, la smaterializzazione dei corpi, sono stati fra’ gli argomenti piu’ utilizzati nelle serie televisive di fantascienza degli anni 60/70, ne ricordo una, dal titolo originale Time Tunnel che parlava proprio di viaggiatori del tempo che andavano nel passato per assistere a grandi avvenimenti della storia, come l’ affondamento del Titanic vedi il video
http://www.youtube.com/watch?v=NFgMGvFhGQY&translated=1
Chi non vuole ammettere che molti argomenti che sembravano fantascentifici negli anni 60, oggi fanno parte della nostra realta’ quotidiana?
Se la scienza fosse davvero arrivata al punto da avere scoperto come smaterializzare cose e persone in questa epoca e farle viaggiare in un tunnel spazio temporale diretto verso altre epoche del passato, questa tecnologia sarebbe di sicuro in possesso di organi militari, che avrebbero tutti i vantaggi a mettere in ridicolo chiunque accampi ipotesi contrarie.
E cosi’ questa signora filmata a nel 1929, non starebbe parlando al telefonino, ma altri non sarebbe che una qualsiasi “Mary Anderson”, riconosciuta in questi giorni dal suo nipote “Jhon Smith” , che giurera’ di sapere per certo che la sua nonna probabilmente si stava sistemando il suo moderno (per quegli anni ) auricolare per la sordita’ di cui era affetta.
Questo non toglie che queste sequenze, come la foto di un altro viaggiatore temporale che potete gustarvi qui\, potrebbero rappresentare singolari atteggiamenti e situazioni ma comunque in realta’ normali, oppure piccoli “buchi” nella maglia dei segreti governativi e militari.

Read Full Post »

Le notizie che compaiono in internet riguardo ad un terremoto che dovrebbe avvenire a Roma l’ undici maggio del 2011 sono infondate. Lo ha detto a Voyager, la trasmissione di rai 2 ,il 13 ottobre del 2010 , Paola Lagorio, la Presidente della Associazione “La Bendandiana” che si occupa di raccogliere, riordinare e conservare i documenti dello studioso faentino Raffaele Bendandi nel museo a lui dedicato. Vero è che una parte della documentazione del ricercatore venne trovata distrutta nella sua casa successivamente alla sua morte,  fra’ i molti incartamenti ritrovati e che fanno riferimento ai prossimi due anni a venire, vi sono trascritte cifre e disegni ma nessun riferimento chiaro ad un eventuale previsione per Roma e zone limitrofe.

Lo studioso Bendandi ebbe modo di farsi prendere sul serio quando previde terremoti in centro America e nei Balcani, in quanto ebbe l’ accortezza di registrare le sue previsioni da un notaio di Faenza, Domenico Savini. Quando i terremoti avvennero lo studioso faentino balzo’ agli onori della cronaca ed inizio’ a collaborare con gioornali esteri , per la previsione dei terremoti.
Bendandi sosteneva che l’ origine dei terremoti è assolutamente cosmica e quindi sono prevedibili esattamente. Egli stilava un parallelogramma delle forze che veniva chiuso dalla Luna, quando questo si verificava in natura scattava il meccanismo del terremoto.
Ma ad un certo punto delle sue ricerche si accorse che i conti non gli tornavano .Egli quindi considero’ la possibilita’ della presenza di quattro corpi transnettuniani di cui determino’ grandezza, massa, orbita intorno al Sole, e li comprese nei suoi calcoli numerandoli 1 2 3 4 .
A quel punto i conti quadravano, e Raffaele Bendandi ebbe conferma delle sue ricerche andando a controllare a ritroso sino all’ era volgare. Ogni volta che la natura aveva presentato una posizione dei pianeti uguale a quella calcolata dal sismologo faentino,avveniva il terremoto.
Bendandi è morto a Faenza nel novembre del 1976.
quanto sembra nessuno ha proseguito le sue ricerche, anche se fece previsioni clamorose, addirittura ci sono testimonianze di come cerco’ di allertare la prefetture in occasione del terremoto in Friuli del 6 maggio 1976, ma non venne ascoltato. Ci furono 989 morti il giorno dopo.
Bastera’ questa dichiarazione di Paola Lagorio a fugare le paure che puntualmente arriveranno fra’ qualche mese, alimentate anche dagli articoli pubblicati in rete?
Oppure la gente pensera’ che si tratti di una manovra ben congegnata per tranquillizzare la popolazione, e mettere a tacere ancora una volta quel “matto” di Bendandi con le sue previsioni, con cui si rischia di far scappare i turisti?

Articoli correlati in questo blog : Raffaele Bendandi, i terremoti tornano.
Il sismologo faentino  e Pier Luigi Ighina ebbero l’ occasione di conoscersi grazie all’ interessamento di Alberto Tavanti, collaboratore di Ighina per 40 anni.
Pare che Bendandi fosse comunque una persona molto restia a divulgare le sue conoscenze, in ogni caso Ighina fra le sue apparecchiature creo’ anche una valvola sismica, ne potrete sapere di piu’ leggendo in questo blog ” Il terremoto si è fermato ad Imola”.
Ecco il video della trasmissione, ho inserito volutamente la seconda parte, quella che ritengo piu’ interessante, sara’ semplice per gli utenti che intendano approfondire, seguire la prima parte sempre su you tube. Al minuto 10:50 le dichiarazioni della Lagorio.


[kml_flashembed movie="http://www.youtube.com/v/1k-2r0cA-jA" width="425" height="350" wmode="transparent" /]

Read Full Post »

Older Posts »